Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 martedì 18 giugno 2019 Ore: 06:57

MENU ARTE

Home Arte
Lista Artisti
Galleria Opere
Arte in Vetrina
Metti le tue foto!

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

CANALE ARTE

Scheda Personale

Nome: Pilar Dominguez
Email:
pilar.dominguez@virgilio.it
Specialità: Pittura
Associazione: Indipendente


Galleria
dell'Artista
(13 opere)

Curriculum

Nata a Santiago del Cile nel 1950, Pilar Domìnguez ha frequentato, tra il 1969 ed il 1973, la Facoltà d’Arte dell’Università del Cile. Trasferitasi in Italia nel 1974, ha continuato i propri studi presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia. Dal 1991 al 1996, rientrata temporaneamente in Patria, è stata docente di incisione e di pittura alle Accademie d’Arte dell’Università Cattolica di Santiago e dell’Università di Valparaiso. Attualmente vive a Milano e continua l’attività di insegnamento e di ricerca presso la sua Stamperia d’Arte, in Viale Premuda 22.
La produzione incisoria di Pilar Domìnguez è caratterizzata da una costante ricerca tecnica e da una instancabile sperimentazione metodologica. I medesimi soggetti vengono ripresi e riletti ossessivamente dall’artista per mezzo di procedimenti grafici ogni volta differenti, ispirati non di rado dalla creatività e dalla inventiva tipica del suo personalissimo linguaggio. Affascinata dalla tematica del movimento ha eletto ad immagine privilegiata della propria opera il pesce, come simbolo esemplare di un dinamismo sinuoso, al quale si sovrappongono spesso corpi di donna o giochi di onde: enigmatici rimandi ad un impellente desiderio di evasione dal mondo costretto della città, di cui il tombino, altro emblema della sua poetica, rappresenta l’unica, paradigmatica, via di sfogo.
Critica: Chiara Gatti.

 

Torna Su

RecSando (1995-2019) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,04492s