Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 martedý 18 giugno 2019 Ore: 07:10

MENU MISTIKA

Home
News
Le quattro vie
Italia
Mondo
Conoscenza
Saucers (UFO)
Specials
Film & TV
Libri
Siti Internet
Forum Misteri
Risposte
Help
Mail
 

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
NovitÓ del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
CittÓ
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
SanitÓ e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

MISTIKA

 Le pagine multimediali del forum misteri

Forum Help


Emilia Misteriosa


A Brisighella, all'inizio del '900, avvenne un episodio agghiacciante. Aurelia aveva uno zio prete, vecchio e malato, che aveva servito devotamente e curato con abnegazione. E quando lui le chiedeva come poteva compensarla di tanti sacrifici lei gli ripeteva sempre la stessa cosa: "Quando sarete morto dovrete venirmi a dire come si sta di lÓ". Lo zio morý e gli fu allestita la camera ardente al pian terreno. Quella notte Aurelia aspettava insonne nella stanza di sopra, dove dormiva con sua sorella Leonilde. E finalmente venne la chiamata. La sentirono entrambe le sorelle. 


Un'immagine di Brisighella...


Ma la voce era agghiacciante, e Aurelia non si sentiva pi¨ tanto sicura di voler sapere come si stava di lÓ. Ma qualche cosa la chiamava di sotto e, senza ascoltare le preghiere di sua sorella, Aurelia prese il lume e scese la scala. Poco dopo Leonilde sentý un grido terribile e si precipit˛: Aurelia lottava contro una forza invisibile che le attanagliava la mano e la trascinava gi¨. L'altra accorse in suo aiuto, e finalmente Aurelia riuscý a divincolarsi. Ma sulla sua mano, per parecchi giorni, rimasero le tracce livide di cinque dita.




Torna Su

RecSando (1995-2019) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,00195s