Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 mercoledì 16 gennaio 2019 Ore: 03:17

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

Canale Musica RecSando - "Il canale musica della Rete Civica di San Donato Milanese"

...bisogno di aiuto ? ...click over me :-)

Cerca la tua Musica 
(inserisci un gruppo/artista, un nome o una parola)

manda un email al Responsabile Canale Musica

 

 

JIMI HENDRIX

 Discografia 

 Formazioni 

 Home  

 

James Marshall Hendrix è nato il 27 novembre 1942 a Seattle. All'unanimità viene considerato il più grande chitarrista elettrico di tutti tempi. Con la chitarra fu un innovatore, seppe trarre un'innumerevole quantità di diversi effetti timbrici, giungendo a suonarlo anche con i denti , con il gomito o con l' asta del microfono, avvalendosi di tutta la tecnologia legata allo strumento (dal finger-picking al wah-wah, dal plettro ai pedali, dal feedback all'effetto Larsen, dai controlli di tono ai distorsori) -->

Frutto di un incrocio fra sangue indiano Cherooke, nero e messicano, il geniale musicista visse i suoi primi anni di vita immerso in una situazione familiare non delle più felici. Per anni, infatti, convive con la nonna (un'indiana Cherooke purosangue che lo porta ancora più vicino alle sue radici Indiane e ribelli), mentre padre e mandre si arrangiano in mille lavoretti. All'età di soli dodici anni riceve come dono la sua prima chitarra elettrica, chiamata da lui affettuosamente "Al", un piccolo strumento con cui comincia le sue prime autodidattiche esperienze musicali. Dopo la morte della madre quando aveva solo 15 anni, subito dopo a 16 anni viene espulso dalla scuola, probabilmente per motivi razziali e di fatto inizia a vagabondare in gruppi di rhythm 'n' blues e di rock'n' roll per guadagnarsi da vivere. Nel 1965 al Greenwich Village forma il suo primo complesso stabile. La Band subisce alcune trasformazioni fino a diventare la The Jimi Hendrix Experience (formata oltre che da Jimi, dal batterista Mitch Mitchell e dal bassista Noel Redding), Il primo singolo dell'Experience, "Hey Joe", rimane nelle classifiche inglesi per dieci settimane, raggiungendo la sesta posizione nel lontano 1967.

 Il singolo del debutto è velocemente seguito dall'uscita del disco "Are You Experienced?", ricco di canzoni immortali che faranno la storia, come: "Purple Haze", "The Wind Cries Mary", "Foxy Lady", "Fire" e "Are You Experienced?".

Nell'anno '68 è la volta di "Electric Ladyland", un capolavoro della storia del rock.

Nel 1969, ad agosto trionfa a Woodstock, oltre che con la solita infiammata esibizione, anche con una versione delirante dell'inno americano ("Star spangled banner"), uno sberleffo divenuto celeberrimo. Con la sua chitarra Hendrix non si limita a distorcere la celebre melodia ma, in linea col pacifismo e le contestazioni del tempo, imita il suono di spari e bombardamenti, ricordando a tutti che era in corso la tragica guerra del Vietnam.
Il 1969 ha inizio con una nuova collaborazione tra Jimi, Billy Cox e il batterista Buddy Miles (tutti musicisti neri), i quali danno vita alla "Band of Gypsys". I tre intraprendono una serie di performance stellari nei giorni dal 31 Dicembre 1969 e 1 Gennaio 1970. Di questi concerti vennero effettuate delle registrazioni poi messe sul mercato dalla metà degli anni '70 in un unico album.
Successivamente, comunque, Jimi ricontatta il batterista Mitch Mitchell e, insieme al bassista Billy Cox, rimette in piedi la Jimi Hendrix Experience. In studio il gruppo registra molte tracce per un altro LP, provvisoriamente intitolato "First Rays Of The New Rising Sun".

Sfortunatamente Hendrix non riuscirà a veder pubblicato questo nuovo lavoro: un mese dopo, infatti, lo ritrovano morto a Londra, riverso sul letto di una stanza del Samarkand Hotel, soffocato nel proprio vomito per una overdose di barbiturici. E' il 18 settembre 1970.


Sito Ufficiale

 

Torna Su

RecSando (1995-2019) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,00000s