Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 giovedì 18 aprile 2024 Ore: 06:09

amnesty_menu

MENU AMNESTY

Home
Campagna Donne
Giornate Amnesty
Appello del mese
Buone Notizie
Grazie Amnesty
 

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

Amnesty International 

Tutto questo è dedicato a coloro che hanno firmato i nostri appelli...

ecco alcuni dei numerosi risultati dello scorso mese!

 

GRAZIE AMNESTY

pag 1|2|3


  
"In ogni parte del mondo il commercio fuori controllo delle armi continua a causare sofferenze a uomini, donne e bambini innocenti. Bisogna fermarlo, con un trattato internazionale. Grazie ad Amnesty International,
Oxfam e Iansa per aver promosso questa campagna."

(Claude Makelele, calciatore nato nella Repubblica Democratica del Congo, testimonial della campagna Controlarms. Ex nazionale della Francia, ha giocato l'ultimo campionato nel Chelsea, squadra della Premier League inglese)

  "Grazie per la vostra immensa solidarietà, che mi ha profondamente commosso. Credo che l'azione urgente emessa da Amnesty International sia stata molto importante per consentirmi di portare avanti il mio lavoro, quando pensavo che fosse iniziato il conto alla rovescia verso la mia fine... Grazie di nuovo a tutti voi per la vostra solidarieta'"

(Lilia Solano, direttrice dell'organizzazione non governativa colombiana "Progetto giustizia e vita" e professoressa associata dell'Università nazionale della Colombia. Alla fine di agosto aveva promosso una manifestazione in Parlamento per protestare contro la proposta governativa di concedere l'immunita' ai membri delle formazioni paramilitari. In seguito aveva iniziato a ricevere minacce di morte telefoniche. Il 25 agosto Amnesty International aveva emesso un'azione urgente in suo favore chiedendo che le venisse assicurata protezione)

  "La comunità Ahmadiyya ringrazia tutti i partecipanti alle azioni urgenti per il loro grande lavoro e la reazione rapida alle minacce che abbiamo ricevuto. La situazione non e' ancora tranquilla ma almeno in questa occasione abbiamo ricevuto adeguata protezione".

(Messaggio della comunità Ahmadiyya, una setta islamica considerata eretica dalle autorità del Bangladesh. Amnesty International aveva emesso un'azione urgente in favore di questa comunità, chiedendo protezione per i suoi aderenti di fronte alle continue minacce da parte del governo e di gruppi islamici maggioritari)

  "Desidero esprimere la mia gratitudine e il mio ringraziamento per il sostegno ricevuto da Amnesty International"

(Saleh Mahmud Osman, avvocato e attivista per i diritti umani scarcerato il 4 settembre dopo sette mesi di detenzione senza accusa ne' processo)

 

 

Torna Su

RecSando (1995-2024) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,00000s