Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 venerdì 14 giugno 2024 Ore: 04:40

MENU FORUM

Lista Forum
Ricerca Veloce
Config. Ric. Veloce
Argomenti HOT!
 

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

FORUM DI DISCUSSIONE

FORUM: Misteri

<<precedente | <prec. in argomento | invia | stampa | succ. in argomento> | successivo >>
Su Marte la vita è stata possibile: lo rivelano i campioni di sottosuolo inviati da Curiosity  (mes #103590)
di Giacomo Parma il 16/03/2013 10:25:09

messaggio letto 1065 volte
0 risposte

Svelato un altro mistero!

Molto interessante, consiglio la lettura:

<<Da oggi, dopo mille ipotesi e speranze, è ufficiale: Marte avrebbe potuto ospitare in tempi molto remoti semplici forme di vita.

L'annuncio viene direttamente da Nasa, dopo che i risultati della prima analisi del sottosuolo marziano sono stati spediti a terra dal grande rover Curiosity, il primo che ha potuto carotare, in pratica trapanare, la superficie del pianeta rosso e analizzare il campione che ne ha ricavato.

Dalla manciata di polvere marziana, debitamente raccolta in una specie di paletta e introdotta pou all'interno del rover, viene il verdetto: il pianeta è rosso solo per pochi millimetri alla superficie, al suo interno diventa immediatamente grigiastro, e il materiale di cui è fatto contiene solfuro, azoto, fosforo, ossigeno, carbonio, tutti elementi fondamentali per la vita anche solo microbica.

Se in più ci mettiamo che le tracce della presenza di gesso nel cratere marziano Gale, dove il rover-suv da quasi 1.000 chili è arrivato dopo un perfetto atterraggio in agosto, si sprecano allora il quadro è completo.

Per avere gesso infatti occorre che ci sia acqua, molta acqua e quindi se lo troviamo in quantità capiamo che probabilmente lì dove c'è oggi Curiosity c'era probabilmente un fiume o più probabilmente, secondo Nasa, un lago.

Curiosity ha estratto il campione di suolo marziano l'8 febbraio scorso, andando per 6.4 centimetri in profondità con il suo trapano a percussione e lo ha poi trasferito a un paio di suoi strumenti interni, Chemin e Sam che ne hanno fatto l'analisi chimico fisica.

Roccia a grana fine, predominanza di minerali e argilla, gesso, secondo gli scienziati Nasa tutto questo sta a significare, in modo definitivo, che l'ambiente marziano era pronto a ospitare la vita.

A questo punto Curiosity, attualmente in stand by per un controllo sulla memoria del computer principale, deve trovare lui, quello che tutti aspettano, anzi aspettiamo: un batterio fossile che ci dica che è andata proprio così. Marte è forse il nostro futuro, in tutti i sensi ?>>

(http://www.ilsole24ore.com/art/tecnologie/2013-03-12/marte-vita-192708.shtml?uuid=AbWe6PdH)
<<precedente | <prec. in argomento | invia | stampa | succ. in argomento> | successivo >>

Rispondi
**Per rispondere devi effettuare il login: clicca qui **


  anteprima

Segui la discussione:

 

RecSando non è responsabile del contenuto dei messaggi presenti nei forum e del loro uso,senza autorizzazione, fuori e dentro questo sito. Ogni inserzionista si assume la totale responsabilità dei messaggi inseriti. Se noti un messaggio non adatto segnalalo all'amministratore

Torna Su

RecSando (1995-2024) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,05078s