Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 sabato 25 maggio 2024 Ore: 23:06

MENU WWF

Finalità e Attività
Oasi e Aree Protette in Italia
Oasi nel SudMilano
Parco Agricolo Sud Milano
Sentiero Giganti
 

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

WWF SUD MILANESE


LIBERALIZZATA
LA VENDITA 
DELL'ENERGIA 
FATTA IN CASA


Privati ed aziende potranno ora produrre energia elettrica autonomamente grazie all'uso di celle fotovoltaiche.

Energia elettrica fatta in casa? Fino a ieri questa affermazione avrebbe fatto sorridere, ma il via libera dell'Autorità per l'energia elettrica ed il gas riguardo all'installazione di piccole celle fotovoltaiche potrebbe cambiare molte cose in futuro.
Il progetto, denominato "diecimila tetti", è stato sviluppato dall'Enea e promosso dal Ministero dell'Ambiente e prevede che qualunque abitazione privata o azienda possa ora dotarsi di un impianto fotovoltaico, in grado di convertire la radiazione solare in energia elettrica, di potenza fino a 20 KW; l'installazione dell'apparecchio è gratuita.
I sistemi fotovoltaici per la produzione di energia elettrica possono essere suddivisi in due categorie principali: quelli isolati (stand-alone) e quelli connessi alla rete elettrica.
Secondo l'accordo, l'allacciamento dei pannelli solari comporterà l'installazione di un contatore aggiuntivo, totalmente a spese della società elettrica. Il valore dell'energia prodotta con le celle fotovoltaiche e misurato da tale contatore sarà parificato e quello dell'energia erogata dall'ENEL, di modo che l'ammontare della bolletta bimestrale sarà dato dal saldo tra l'energia comprata e quella prodotta.
L'installazione dei pannelli avrà, oltre a vantaggi economici, anche degli evidenti vantaggi di tipo ambientale, poiché sfrutta energia già presente in natura e che andrebbe sprecato, se non utilizzato altrimenti.
L'uso di energia solare, infatti, permetterebbe di diminuire i carichi delle centrali elettriche tradizionali, basate sulla conversione dell'energia sviluppata dalla combustione di idrocarburi che, allo stato attuale delle cose, producono in Italia la stragrande maggioranza dell'energia elettrica.
Per fare un preciso esempio pratico, ogni Kwh prodotto tramite celle fotovoltaiche 


permetterebbe il consumo di 0.25 kg di olio combustibile e conseguentemente la produzione di 0.7 kg di CO2, oltre ad eliminare la formazione di altri agenti inquinanti come CO, NOx e fuliggine. Questo significa che un impianto da 2 KW, nelle condizioni climatiche tipiche dell'Italia, sarà in grado di produrre circa 90.000 KWh di energia, evitando la combustione di 22.5 tonnellate di olio di 63 tonnellate di CO2.

IMPIANTI ISOLATI

Sono normalmente utilizzati per elettrificare le utenze difficilmente collegabili alla rete perché ubicate in aree poco accessibili.
Nei sistemi fotovoltaici isolati è necessario immagazzinare l'energia elettrica per garantire la continuità dell'erogazione anche nei momenti in cui non viene prodotta.
Questo avviene mediante accumulatori elettrochimici (batterie). Lo sviluppo tecnologico in questo settore permette di avere a disposizione batterie di lunga vita (6 anni), con esigenze di manutenzione quasi nulle e con bassa autoscarica.
Gli impianti isolati possono servire per servizi sulle strade, per rifugi in montagna e per le case di campagna utilizzate in maniera periodica dal proprietario, ma anche quelle abitate permanentemente, alle quali deve essere garantito un servizio uguale a quello di una rete elettrica.



Pannelli fotovoltaici installati su un tetto

Le caratteristiche di modularità degli impianti consentono di dimensionare la potenza secondo le necessità e li rendono adatti per i piccoli impianti destinati alle utenze particolari ed isolate.

IMPIANTI COLLEGATI 
ALLA RETE

L'autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas ha richiamato le società distributrici di energia elettrica affinché permettano a 


tutti gli operatori che intendono produrre energia da fonti rinnovabili, di collegarsi con la rete elettrica centrale.
Con questa decisione si permette ad ogni operatore di vendere l'eventuale energia prodotta in eccesso alla Società Elettrica distributrice, ai prezzi stabiliti dall'Autorità medesima e di rifornirsi alla rete nei momenti in cui la quantità di energia autoprodotta fosse insufficiente.
I tetti fotovoltaici dovrebbero fornire la quantità di energia necessaria ed esempio per alimentare gli elettrodomestici di una casa normale.
Il cuore di questo sistema e l' "inverter", un dispositivo che converte la corrente continua dei moduli direttamente in corrente alternata, pronta per essere immessa nella rete elettrica centrale.
In prospettiva, questi tipi di impianti potrebbero integrare in modo significativo l'energia prodotta nelle grandi centrali elettriche, sviluppando un metodo di generazione elettrica diffusa nel territorio, ecologica, non inquinante e rinnovabile.
Domenica 18 Marzo, durante l'apertura al pubblico del Parco Delle Noci, è stata effettuata una dimostrazione di alcuni pannelli fotovoltaici dalla ditta ERRE-RUFFINI di Trento, che ringraziamo per l'impostante iniziativa, in particolare il signor Magnini e suo figlio per entusiasmo e disponibilità.

Torna Su

RecSando (1995-2024) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,00000s