Home RecSando

v3.0org

Connessi:

 mercoledì 16 gennaio 2019 Ore: 02:28

 FUMETTI

Autori
Eddie Campbell
Burne Hogarth
Scott McCloud
Barron Storey
Dave McKean
Neil Gaiman
Alan Moore
 

Forum
Registro Utenti
Agenda Eventi
Rec-Cartoline
Rassegna Stampa
Rec-Sondaggi
RecScatto
Novità del Sito
Cerco-Offro

Musica
Fumetti
Mistika
X non Dimenticare
Protezione Civile
Cucina
Canale Arte
Multimedia

Associazioni
Biblioteche
Città
Comitati
Commercio
Farmacie
Mercati
Metropolitana
Norme & Leggi
Numeri Utili 
Orari Trasporti
Parrocchie
Pulizia Strade
Ricorrenze
Sanità e Salute
Scuole
SDM in Rete
Sommario

Cerca nel Sito
Meteo

Chi siamo
Rec-Eventi
Speciali RecSando

Cerebus

<s>,<a> Dave Sim & Gerhard (fondali) [12/77- ]

Questo non è un fumetto vero e proprio ma un romanzo a puntate iniziato 20 anni fa.
Dave Sim da allora scrive, disegna, inchiostra su base mensile questa stranezza (da una decina di anni si fa aiutare da Gerhard per i fondali).
Per me è fuori da ogni logica come una persona possa essere così determinata a portare a termine un tale progetto, portare a termine si, perché Cerebus verrà concluso nel Marzo del 2004 col numero 300 (se i calcoli non sono sbagliati).
Per adesso abbiamo in mano qualcosa come 200 e passa numeri e più di 4000 pagine.
E' la storia di un aardvark piuttosto scorbutico, Cerebus per l'appunto, i cui sogni di conquista prevalgono su tutti gli aspetti della sua vita. La sua storia è organizzata in libri ognuno dei quali tratta un certo argomento come l'analisi politica e sociale dei governi, il confronto tra potere ecclesiastico e quello dello stato, relazioni umane, punti di vista femminili conservatori e liberali e così via...
Non e' una lettura facile, per certi libri Sim usa solo le immagini senza balloon e a volte (per parte del ciclo "Reads") mette solamente del testo, proprio come un libro, intervallato da delle sporadiche immagini. E' anche questa liberta' di stili e la scarsa ortodossia nei confronti dei canoni del fumetto che rendono "Cerebus" uno dei punti più alti nella storia di quest'arte.
E' da notare in particolare modo il costante miglioramento sia delle storie che dei disegni, Sim e' partito da delle semplici storie di "cappa e spada" ed e' giunto a delle trame lunghe e complesse e perfettamente pianificate con a volte un paio di anni di anticipo rispetto alla conclusione. L'entrata di Gerhard intorno al numero 80 non ha fatto altro che migliorare un gia' ottimo fumetto. Con lui a fare i fondali, Sim puo' concentrarsi di piu' sui personaggi e sulla trama e il suo sottile, intricato ed elaboratissimo stile ha permesso al fumetto di essere esposto in diverse gallerie d'arte e anche alcuni musei.
Una menzione particolare va anche al lettering: a volte e' illustrato e adoperato come un vero e proprio fumetto nel fumetto, ci sono degli episodi fatti di solo lettering trattato in modo da "prendere vita" e interagire con gli altri "balloon" al posto degli stessi personaggi.
Per chi fosse intenzionato a intraprendere l'emozionante lettura di quest'opera il mio consiglio è quello di partire dal primo libro (o "phone books" come li definisce lo stesso Sim per via delle dimensioni...), le prime storie sono un po' vuote e ripetitive ma bisogna leggerle per capire bene i vari personaggi da dove provengono per poterli apprezzare successivamente.
Letture

Torna Su

RecSando (1995-2019) La tua Piazza Virtuale

rendering time: 0,00098s